Search Google Appliance

Politica economica e sociale

  • Edizioni di altri A.A.:
  • 2016/2017
  • 2017/2018
  • 2018/2019
  • 2019/2020
  • 2020/2021
  • 2021/2022

Dati insegnamento


Lingua Insegnamento:
Italiano 
Testi di riferimento:
1. Ranci C., Pavolini E., Le politiche di welfare, Il Mulino, Bologna, 2015
2. Esping-Andersen G., La rivoluzione incompiuta. Donne, famiglie e welfare, il Mulino, Bologna 2009;
3. Rampini F., Non ci possiamo più permettere uno stato sociale. FALSO!, Laterza, Roma-Bari, 2012 
Obiettivi formativi:
L’insegnamento di Politica Economica e Sociale aderisce al profilo professionale del Corso di Laurea, presentando un’articolazione tematica dei suoi argomenti finalizzata all’acquisizione di conoscenze specifiche nell’ambito del Servizio Sociale, tali da fornire allo Studente conoscenze disciplinari sui modelli, le teorie e gli strumenti del Servizio Sociale ed una visione critica e scientifica del mutamento sociale, in relazione alle diverse politiche di Welfare attuate in risposta ai nuovi problemi e bisogni che emergono dalla società contemporanea.

Risultati di apprendimento attesi:

Conoscenza e capacità di comprensione – Lo Studente conseguirà una conoscenza professionalizzante della sociologia, della metodologia e cultura del Servizio Sociale e del sistema di Welfare, applicando tale conoscenza nella dimensione teorico-operativa del welfare e nella realizzazione di interventi e servizi in campo sociale.

Autonomia di giudizio – Sulle tematiche del corso, lo Studente dovrà acquisire modalità e competenze comunicative adeguate alla comprensione e trasmissione del sapere sociale relativo alle politiche e agli strumenti di intervento nel sistema dei servizi alla persona.

Abilità comunicative – Le abilità comunicative saranno acquisite dallo Studente utilizzando una terminologia ed un linguaggio disciplinare e scientifico atti a rappresentare le abilità e conoscenze apprese nel corso delle lezioni

Capacità di apprendimento – Il programma prevede di riuscire a fornire allo Studente una capacità di analisi critica e di ulteriori competenze di apprendimento autonome, al fine della costruzione di una propria personale visione della disciplina, anche rendendolo capace di studiare in modo indipendente nel conseguire la conoscenza delle tematiche oggetto di apprendimento. 
Prerequisiti:
Il corso consentirà anche agli studenti che non hanno maturato specifiche conoscenze relative alla disciplina, di raggiungere gli obiettivi formativi indicati. Non è prevista nessuna propedeuticità. 
Metodi didattici:
L'insegnamento prevede 36 ore di lezione frontale, suddivise in 3 lezioni settimanali da 2 ore.
L’organizzazione del corso prevede la strutturazione delle lezioni in moduli tematici relativi agli argomenti delle lezioni, incentrate su lezioni frontali, approfondimenti tematici su richiesta degli studenti, esercitazioni o seminari con esperti o convegni sulle tematiche del corso, utilizzo di materiali didattici (slides e/o filmati) anche a distanza, mediante piattaforma e-learning per consentire una più ampia partecipazione degli Studenti alle iniziative didattiche del Docente nel contesto del corso di studio. La frequenza, sebbene non sia obbligatoria, è vivamente consigliata. 
Modalità di verifica dell'apprendimento:
Verifica: Esame orale, effettuato attraverso domande interenti il programma didattico svolto dal Docente in aula e gli argomenti dei testi in esso previsti e trattati durante le lezioni.
Valutazione: voti espressi in trentesimi. 
Altre Informazioni:
All’inizio delle lezioni, gli studenti frequentanti riceveranno la bibliografia di riferimento, comprensiva di saggi, contributi in volumi, documenti reperibili su siti istituzionali e di centri di ricerca. 

Il mutamento sociale e le periodizzazioni storico-economiche dei processi di sviluppo e crisi, costituiscono la base di partenza per un’analisi articolata delle diverse politiche di Welfare attuate in risposta ai nuovi problemi e bisogni che emergono dalla società contemporanea. In tal senso, il Corso si propone di predisporre gli Studenti alla migliore comprensione e lettura delle caratteristiche e dei processi relativi alle politiche economiche connesse allo Stato sociale e alla sua evoluzione storica. Inoltre, il Corso si pone l’obiettivo di indiziare le matrici socioeconomiche e sociopolitiche dei sistemi di Welfare, finalizzando lo studio di quest’ultimo alla luce del suo rapporto di terzietà tra Stato e Mercato, che rappresenta il principio della ineludibile necessità del sistema pubblico- privato di protezione sociale.


Articolazione sistematica delle principali teorie del Welfare rispetto alle prassi operative e ai modelli condolidati e innovativi di intervento sociale, atti a fronteggiare i rischi e le situazioni di disagio tipiche delle diverse fasce sociali e aree di integrazione sociosanitaria, anche in rapporto alle dinamiche del mutamento sociale e conseguentemente, delle politiche di tutela.
In particolare, il Corso presenterà agli Studenti le seguenti tipologie di politica eocnomica e sociale: 1. Le politiche di contrasto alla povertà 2. Le politiche abitative 3. Le politiche di sostegno nella transizione istruzione-lavoro 4. Le politiche di conciliazione di cura e lavoro 5. Le politiche di “long-term care” 6. Le politiche per l’immigrazione.
Verrà inoltre presentata, argomentata e discussa la proposta del social investment come possibile scenario di innovazione sociale per le politiche di welfare attuali e future, analizzandone gli aspetti critici ed evidenziandone la capacità di impatto sulla lettura dei nuovi bisogni emergenti e sulle traiettorie del mutamento sociale contemporaneo.